Come ridurre l’esposizione alle radiazioni nell’ufficio e a casa

Sei tra le molte migliaia di persone che all’improvviso devono lavorare o imparare da casa? O è piuttosto un “possono” per te?
Come abbiamo già sottolineato in precedenza, la migliore profilassi contro le malattie è un forte sistema immunitario. Tuttavia, le radiazioni ad alta frequenza da smartphone, Wi-Fi, cuffie Bluetooth ecc. indeboliscono il sistema immunitario e sopprimono la sintesi di vitamina D3, come alcuni studi hanno dimostrato chiaramente. [Una raccolta completa di studi sull’effetto delle radiazioni ad alta frequenza è fornita da Martin L. Pall in: “Il 5G come una seria sfida globale”] Tuttavia non è poi così complicato creare il proprio ufficio domestico con la piu’ bassa radiazione possibile. Ti mostreremo come puoi farlo con poche, semplici misure!

  • Con ogni probabilità, dipendi da Internet e dal telefono. Ma dove sta il router? Forse nel soggiorno al piano terra? E come riesci a portare Internet nel tuo ufficio o nella stanza dei bambini al primo piano?
    Sarebbe ideale se l’elettricista avesse già portato i cavi nelle stanze con una connessione Internet e prese Ethernet. Se questo non è (ancora) il caso, vale la pena considerare le seguenti possibilità: esistono cavi Ethernet lunghi fino a 20 metri che, sebbene quando vengono allungati su metà dell’appartamento non siano necessariamente belli da vedere, sicuramente servono al loro scopo. La terza migliore opzione è il PowerLine. Qui, il segnale Internet viene immesso in una presa normale usando un adattatore e quindi disaccoppiato di nuovo in un’altra stanza, usando un altro adattatore. Se nulla di tutto cio’ funziona, solo il Wi-Fi aiuta, ma dovrebbe essere usato nel modo più parsimonioso possibile.
  • Con un cosiddetto “switch” (ad es. Switch a 8 vie Netgear GS108 GE) è possibile collegare qualsiasi numero di dispositivi tra loro e al router, e quindi a Internet.
  • Per le telefonate, è necessario evitare lo smartphone e il telefono senza cavo (DECT). Il buon vecchio telefono via cavo è la scelta migliore, perché non emette radiazioni ad alta frequenza. (I telefoni via cavo esistono ancora! Ad esempio Switel Corded TF 535) È anche possibile effettuare chiamate tramite il computer. Per fare cio’ è necessario un altoparlante (già installato nel laptop) o delle cuffie (utilizzare un cavo, non una connessione wireless come Bluetooth), un microfono (già installato nel laptop) ed un software per conferenze come, ad esempio, Skype. Puoi tranquillamente impostare lo smartphone in modalità aereo o spegnerlo completamente.
  • Se fosse ancora necessario dover essere raggiunti sul telefono cellulare: disattivare tutti gli altri servizi wireless sul telefono (dati mobili, Wi-Fi, Bluetooth ecc.).
  • Potrebbe non essere necessario eliminare immediatamente il telefono senza cavo (DECT). Controllate se il telefono ha una funzione come “senza radiazioni” o “Ecomodus Plus”. Se questa funzione è attivata, il telefono senza cavo irradia solo quando si effettua una chiamata. Se questa funzione non è disponibile o è disattivata, il telefono DECT irradia continuamente, indipendentemente dal fatto che si stia effettuando o meno una chiamata.
  • Computer, portatili, stampanti e altre periferiche devono essere sempre collegati tramite cavi Ethernet. In questo modo, nella maggior parte dei casi, il Wi-Fi può essere evitato. Tuttavia, non dimenticate di disattivare la funzione Wi-Fi sul router e sul computer (modalità aereo). Oltre al Wi-Fi, le stampanti hanno spesso altre funzioni wireless con nomi diversi (ad es. WiFi-Direct), che devono essere disattivate singolarmente. Assicurati che tutti i servizi wireless della stampante siano spenti!
  • I tablet e gli smartphone di solito non dispongono di una presa Ethernet per collegare questi dispositivi a Internet via cavo. Hanno pero’ una porta USB e con un adattatore standard da USB a Ethernet, disponibile in commercio (ad es. adattatore Belkin da USB C a Gigabit Ethernet), puoi navigare in Internet con il tuo tablet o smartphone utilizzando una connessione via cavo e disattivare le funzioni wireless. Assicurati che la porta USB sul dispositivo corrisponda a quella dell’adattatore.

 

  • Se non riesci a fare a meno del Wi-Fi, attivalo solo durante l’uso di Internet, quindi spegnilo di nuovo immediatamente dopo. Spesso la potenza di trasmissione può essere regolata sul router Wi-Fi. Va da sé che la potenza di trasmissione dovrebbe essere impostata al minimo necessario per mantenere l’esposizione alle radiazioni più bassa possibile.
  • I trasmettitori Wi-Fi integrati nei laptop sono posizionati molto vicino all’utente, il che porta ad un’alta esposizione alle radiazioni. Tuttavia, è possibile collegare un trasmettitore Wi-Fi esterno (ad esempio un adattatore Wi-Fi USB D-Link DWA-131) a una porta USB utilizzando una prolunga USB e spegnere il trasmettitore interno. Ciò consente di posizionare il trasmettitore più lontano e ridurre l’esposizione alle radiazioni.

 

  • Naturalmente, dovrebbero essere evitate ulteriori fonti di radiazioni come mouse, tastiere, cuffie, altoparlanti e stampanti wireless per computer. Anche qui, usa i dispositivi via cavo quando è possibile.
  • I dispositivi elettronici come TV, smartphone ecc. non hanno nulla da fare nella camera da letto. E se li tieni lì, dovrebbero essere completamente spenti di notte. Solo allora il corpo può riprendersi dagli stress e dalle tensioni della giornata e rigenerarsi correttamente, consentendoti di padroneggiare i compiti del nuovo giorno pieno di energia e verve!
  • Nei negozi vengono venduti (circa 200 Euro) dispositivi di misurazione ad alta frequenza semplici e relativamente economici. Puoi usarli per verificare se non c’è un trasmettitore non rilevato da qualche parte nel tuo ufficio o nella stanza, che sta trasmettendo giorno dopo giorno (ad esempio Acousticom 2).

Lavorare a casa offre a te e ai tuoi figli la grande opportunità di sfuggire all’esposizione alle radiazioni spesso molto forti in ufficio o in classe, e di dare una pausa al sistema immunitario. Perché non parli anche con il tuo datore di lavoro o con l’insegnante di tuo figlio su come ridurre l’esposizione alle radiazioni in ufficio o in classe? Saranno sicuramente grati per queste preziose informazioni!

È possibile ordinare gli adattatori, i cavi, ecc. citati nell’articolo nei negozi online.